Malcontenta abbandonata al suo destino

 

CASALE CREMASCO CR Un mucchio di sabbia e di detriti edili, con una ruspa sopra che domina il cantiere, dove già sorgono le prime costruzioni di servizio. Questa è la palata Malcontenta oggi, grazie all’accordo stipulato ormai una decina d’anni fa tra i quattro Comuni confinanti (Casale, Sergnano, Pianengo e Ricengo) e la decisiva autorizzazione dell’amministrazione provinciale. Dopo sei secoli infatti la piccola oasi viene trasformata in una centralina idroelettrica dalla potenza di 486 kilowattora sprigionata dalle tre turbine che sfrutteranno un salto d’acqua di tre metri e dieci centimetri. Quella che era una derivazione irrigua, per ora, appare come un laghetto artificiale: l’acqua scorre a lato del cantiere verso una roggia. I lavori in corso non sono visibili dalla strada provinciale, ma viene notato da chi si dirige verso un’altra palata, la riserva naturale Menasciutto, lungo uno dei sentieri ciclopedonali che attraversano il parco del Serio. Il commento di Romano Sacchi, del comitato Salviamo il Menasciutto, è “se ne vale veramente la pena”, per nemmeno 500 kilowattora premiati dai contributi pubblici per le rinnovabili. I due progetti sono simili e la ditta proponente è la stessa, Iniziative Bresciane: quel che sta accadendo alla Malcontenta un domani potrebbe capitare al Menasciutto, se l’amministrazione provinciale deciderà che la produzione di energia da fonte rinnovabile equivale a una valorizzazione della riserva naturale. Sono stati quattro i sindaci che hanno scritto una lettera all’amministrazione provinciale per chiedere l’applicazione del principio di precauzione, in linea con l’Ats e l’Arpa, e fermare quindi l’autorizzazione della centralina a biomasse di Castelleone. Per il Menasciutto, invece, non è stata compiuta alcuna azione coordinata fra i Comuni interessati: il motivo è il rischio di un contenzioso con un risarcimento danni che nessun ente locale può permettersi di affrontare serenamente. Nel settore Ambiente della Provincia, intanto, l’iter autorizzativo della centralina del Menasciutto è fermo da alcuni mesi, in attesa di una decisione definitiva che non è stata ancora presa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...